Documenti
Circolari

Nessun evento in questo mese.

LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     
Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
Convenzioni
Convenzioni


Presentazione MEPA




Comunicato Stampa


Plastic e Sugar Tax: incontro Confindustria-sindacati in Prefettura all'Aquila.

Chiesto il ritiro delle misure. In provincia centinaia di posti a rischio.

“La Plastic e Sugar Tax sono misure inique e inutili, che vanno riconsiderate dal Governo ed, eventualmente, in sede parlamentare”. E' quanto dichiarato dal direttore di Confindustria L'Aquila Abruzzo Interno, Francesco De Bartolomeis, a margine dell'incontro di questa mattina, in Prefettura, all'Aquila, a cui hanno preso parte anche i segretari di Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil. Il tavolo di confronto è stato richiesto “per discutere degli effetti devastanti che verranno causati dalla introduzione della sugar e plastic tax”. “In provincia dell'Aquila sono a rischio centinaia di posti di lavoro”, ha dichiarato De Bartolomeis, “in particolare il comparto alimentare della produzione di bibite e di imbottigliamento di acque minerali conta, tra diretti e indiretti, oltre 2mila lavoratori. La misura varata dal Governo andrà ad incidere pesantemente su decine di aziende, in particolare lo stabilimento Coca-Cola di Oricola e Medibev di Sulmona, solo per citarne alcune. Il massimo impatto delle due tasse è sull'industria alimentare, oltre ovviamente sul comparto della produzione della plastica: un pericoloso precedente in quanto incide, senza alcuna possibilità di intervento, sull'economia reale. In Italia”, ha proseguito De Bartolomeis, “gli effetti di un simile provvedimento metterebbero a rischio decine di migliaia di posti di lavoro. Tale decisione rischia di compromettere gli sforzi profusi, in termini di investimenti ed organizzativi, non solo dei grandi gruppi ma anche e, soprattutto, delle micro, piccole e medie realtà produttive locali che costituiscono il vero tessuto industriale della provincia dell'Aquila, in un momento già particolarmente difficile e di grandi incertezze per le zone interne, legato alle problematiche del post- sisma e ad uno sviluppo industriale che fa fatica a riprendere i consueti ritmi”. Confindustria ha spiegato “di non disconoscere la necessità di introdurre misure volte alla tutela ambientale. Tuttavia”, prosegue De Bartolomeis, “la plastic tax non incentiva gli investimenti per favorire la creazione di un'economia circolare, ma mette solo in seria difficoltà il settore manifatturiero così importante per il territorio aquilano. Risulta incomprensibile”, conclude il direttore degli Industriali, “il motivo per cui una tassa sullo zucchero venga riservata esclusivamente ad un settore, applicandola solo alle bevande zuccherate. Si tratta di una politica discriminatoria che rischia di causare conseguenze completamente opposte a quanto si prefigge la disposizione, in quanto potrebbe non determinare maggiori entrate per lo Stato, ma favorire decisioni drastiche sugli investimenti nel Paese e sui livelli occupazionali”.


L'Aquila, 10 dicembre 2019



Stampa veloce


Seconda Edizione del concorso dedicato ai “Best Performer dell'Economia Circolare” - scadenza 31/12/2019.




Segnaliamo che sono aperte le iscrizioni alla Seconda Edizione del concorso dedicato ai Best Performer dell’Economia Circolare, organizzato da Confindustria con il supporto di 4. Manager, la cui premiazione si terrà a fine febbraio, a Milano, in occasione della due giorni di CONNEXT 2020, alla presenza del Ministro dell’Ambiente.

Il concorso è rivolto quelle imprese che, nell’arco temporale degli ultimi tre anni 2017-2019, hanno intrapreso azioni finalizzate allo sviluppo di un modello di business o all’attivazione/aggiornamento del processo produttivo, in un’ottica di transizione verso logiche “circolari”.

L’iniziativa ha lo scopo di far emergere e valorizzare le imprese che maggiormente hanno saputo cogliere lo spirito e le opportunità di business offerte dal modello economico circolare per le diverse fasi del ciclo produttivo (ad es. approvvigionamento, design, produzione, distribuzione, consumo, recupero, riciclo).

Al termine del percorso di valutazione, coordinato dal Comitato Tecnico Scientifico del progetto di cui fanno parte esperti di provenienza accademica, imprenditoriale ed istituzionale, verranno individuati e premiati i “Best performer dell’economia circolare”.

Per iscriversi è sufficiente compilare il questionario online disponibile al seguente link http://economiacircolare.confindustria.it/questionario-case-history-concorso/ entro e non oltre il 31 dicembre 2019.

Con questa nuova edizione del premio Confindustria e 4. Manager puntano anche a proseguire nella mappatura dei Case History più significativi. Dopo i primi 60 casi già censiti e resi disponibili per la consultazione, continuerà la raccolta dei progetti realizzati dalle aziende che hanno fatto dell’Economia Circolare e della sostenibilità un driver di sviluppo.

Da quest’anno sarà inoltre possibile entrare a far parte della raccolta di case history direttamente in fase di compilazione del questionario per il concorso. Le aziende infatti potranno fornire i materiali e l’audio-intervista necessari per candidarsi a diventare uno dei casi di successo, completando la quarta ed ultima parte del questionario.





Stampa veloce


Congiuntura Flash Dicembre 2019: non accelera la crescita italiana e restano i rischi a fronte di timide schiarite in alcuni mercati



Non accelera la crescita italiana e restano i rischi, a fronte di timide schiarite in alcuni mercati.

L’Italia prosegue nella crescita anemica: l’export procede a strappi, i consumi sono frenati e gli investimenti in calo. Inoltre, i tassi in lieve aumento non aiutano il credito. L'Eurozona è in ulteriore frenata, ma vanno meglio i mercati finanziari e, in prospettiva, gli scambi mondiali: negli USA ci sono segnali di stabilità, la Cina è in altalena.


cf_dicembre_2019.pdf


Stampa veloce


“Gli INCOTERMS, tra attualità e possibili cambiamenti a partire dal 2020” - AGENZIA DOGANE e AGENZIA PER LO SVILUPPO. L’Aquila, 12 dicembre 2019 ore 9:45




Segnaliamo che l’Agenzia per lo Sviluppo, Azienda speciale della Camera di Commercio dell’Aquila in considerazione del rinnovo della Normativa degli Incoterms 2020, propone unitamente all’Agenzia Dogane un seminario tecnico che ne illustri le novità, evidenziando le differenze con la precedente edizione, che si terrà giovedì 12 dicembre 2019 a partire dalle ore 9:45 presso la sede dell’Agenzia in Località Bazzano, Via degli Opifici n.1.

La partecipazione al seminario è gratuita e per motivi organizzativi gli interessati possono confermare la partecipazione alla Segreteria Organizzativa telefonando allo 0862 667222 o inviando una mail all’indirizzo daniela.scimia@agenziaperlosviluppo.aq.camcom.it.


Si allega la locandina del programma. locandina_seminario_12_dicembre_2020_1.pdf



Stampa veloce


INDAGINE CONFINDUSTRIA SUL MERCATO DEL LAVORO 2019




Crescono la contrattazione aziendale e il welfare integrativo, raddoppia lo smart working.

L’annuale indagine Confindustria sul lavoro nelle aziende associate registra che nel 2019 nell’industria in senso stretto il 66,1% dei lavoratori sono coperti da un contratto aziendale che prevede l’erogazione di premi variabili collettivi.

Negli ultimi anni, anche sulla scia del regime fiscale agevolato riconosciuto in via strutturale alle retribuzioni premiali legate ad incrementi di produttività aziendale, la diffusione della contrattazione di secondo livello è cresciuta sia nell’industria sia nei servizi, aumentando tra i 2 e i 5 punti percentuali, a seconda della dimensione aziendale.

Oltre alla corresponsione di premi, più di un terzo dei contratti aziendali prevede oggi la possibilità che questi siano convertiti in welfare (35%).
Nel 2019 quasi un’azienda associata su 10 (1 su 5 tra quelle di grandi dimensioni) ha introdotto forme di “lavoro agile", la diffusione del cosiddetto smart working risulta in forte aumento, quasi raddoppiando tra 2018 e 2019.


nota_csc_indagine_lavoro_291119_confindustria.pdf



Stampa veloce


Seminario: "Il Recupero del Patrimonio Edilizio" - Pratola Peligna, giovedì 28 novembre 2019 ore 9:00 - Teatro Comunale D'Andrea




Segnaliamo il Seminario dal tema "Il Recupero del Patrimonio Edilizio" che si terrà giovedì 28 novembre dalle ore 9:00 alle ore 14:00 a Pratola Peligna (AQ), presso il Teatro Comunale D'Andrea (via XXIV maggio,42).

Il convegno, organizzato da Ance L’Aquila con la collaborazione di Confindustria L’Aquila, di OICE e degli Ordini Professionali della provincia, partendo dall'analisi dello stato attuale del tessuto urbano, intende sviluppare idee e proposte legate al recupero del patrimonio edilizio e analizzare le opportunità di sviluppo e le agevolazioni fiscali legate ai provvedimenti comunemente conosciuti come Sismabonus ed Ecobonus.


La partecipazione all'evento è valida per l'assegnazione di crediti formativi.

Si allega il programma. locandina_evento_pratola_2.pdf



Stampa veloce


Internazionalizzazione – Operatività dell’Export Flying Desk (ICE) in Abruzzo.




Segnaliamo che ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane) al fine di accompagnare il maggior numero di imprese verso l'internazionalizzazione, garantendo una più stretta vicinanza al tessuto produttivo locale, ha aperto anche in Abruzzo un desk regionale di assistenza, mettendo a disposizione delle aziende incontri settimanali per la programmazione personalizzata di attività di promozione e assistenza all'export da prenotare alla seguente pagina.

Un team dedicato di professionisti sarà presente in Abruzzo, per un giorno alla settimana, quale punto di riferimento locale in collegamento con gli uffici di promozione settoriale e la rete dei 79 uffici ICE all’estero.

Invitiamo tutte le Aziende interessate ad incontrare un funzionario ICE ed approfondire l'offerta dei servizi dell'Agenzia mirati ad affrontare nuovi mercati, a richiedere un appuntamento attraverso il seguente form online.

Per ulteriori informazioni è possibile far riferimento al dott. Pietro Goglia - Ufficio Servizi alle Imprese - T. 06.59929481 - p.goglia@ice.it






Stampa veloce


Protagonisti di questa settimana sono i Soci: VIBAC S.p.A.; VIBROCEMENTI L’AQUILA S.r.l.; VIGILANZA GROUP SOC. COOP. A.r.l.; WASH AGENCY S.r.l.



VIBAC S.p.A.: Il Gruppo Vibac, da sempre impegnato a sviluppare innovazione nel campo dei film speciali per l’imballaggio e del nastro adesivo ad alto contenuto tecnologico,
opera in particolare nel settore del BOPP film, con produzione di superfici biorientate trasparenti, metallizzate, bianche espanse o bianche solide. Ha sede a Bazzano (AQ)
Referente associativo: Giovanni Cavalli
Sito internet: www.vibacgroup.com


VIBROCEMENTI L’AQUILA S.r.l.: Con più di 60 anni di attività, la Famiglia Rainaldi ha creato un Gruppo di Imprese ed Aziende specializzate nel settore dell’edilizia civile e industriale. L’Azienda produce prefabbricati in C.A. e C.A.P. industriali e commerciali, operando su tutto il territorio nazionale. Ha sede a Bazzano (AQ)
Referente associativo: Ezio Rainaldi
Sito internet: www.grupporainaldi.it


VIGILANZA GROUP SOC. COOP. a r.l.: La Cooperativa presta servizi di vigilanza di vario tipo: gestione di allarmi elettronici a distanza, a mezzo di una centrale operativa, interventi di vigilanza periodica mediante guardie e vigilanza fissa presso aziende. Ha sede a Bazzano (AQ)
Referente associativo: Luciano Crispoldi
Sito internet: www.vigilanzagroup.it


WASH AGENCY S.r.l.: Nata nel 1994, con sede a l'Aquila, garantisce da sempre un'ampia gamma di servizi, dalla pulizia alla sanificazione ambientale, dalla manutenzione del verde al servizio di facchinaggio, dalla gestione di magazzino al servizio di reception.
Referente associativo: Fiorella Bafile
Sito internet: www.washagency.com




Stampa veloce


Connext 2020 - Milano, 27 e 28 febbraio 2020. Aperte le iscrizioni!



Comunichiamo che sono aperte le iscrizioni per Connext 2020, che dopo il successo della prima edizione, con 7000 ingressi registrati, 2500 B2B e 450 aziende espositrici, torna a Milano il 27 e 28 febbraio, presso il MiCo.

Sul sito Connext.confindustria.it le imprese troveranno tutte le informazioni sulle modalità per essere protagoniste di questa nuova edizione.

Connext è l’incontro nazionale di partenariato industriale di Confindustria, organizzato per rafforzare l’ecosistema del business in una dimensione di integrazione orizzontale e verticale, di contaminazione con il mondo delle startup e di crescita delle filiere produttive.

Le imprese con Connext potranno condividere bisogni e percorsi di crescita grazie ai B2B organizzati su 4 aree tematiche: “La fabbrica intelligente”, “Le città del Futuro”, “Pianeta sostenibile”, “La persona al centro del progresso”.

Tra le novità di cui si arricchisce questa seconda edizione di Connext si inseriscono i laboratori tematici, incontri in cui le imprese lavoreranno insieme per sviluppare conoscenza, incentivare relazioni e potenziare la presenza della manifattura.
Grande visibilità, nei “Laboratori”, è riservata ai temi di più stretta attualità per le aziende come l’Economia circolare, Tecnologie per sostenibilità, Efficienza energetica e Fonti rinnovabili, Ricerca e Innovazione, tecnologie e formazione 4.0.

Una forte attenzione viene riservata alle filiere, che diventano modello di business e driver strategico dell’iniziativa, con l’identificazione e valorizzazione di imprese leader nel ruolo di capofila. Come ulteriore elemento di novità, viene data visibilità a prodotti e progetti innovativi ‘flagship’, da riprodurre fisicamente nello spazio espositivo, oggetti simbolo come la nave o l’auto elettrica, e intorno ai quali organizzare la presenza degli espositori, dove le aziende possono immaginare e poi toccare con mano spunti di collaborazione.

Il perimetro dell’iniziativa è nazionale e internazionale: sono attese imprese dai Paesi del Mediterraneo e dell’Africa, dell’Europa centro-orientale e dell’Unione europea, aree prioritarie per lo sviluppo dei partenariati privato-privato.

Come lo scorso anno le iscrizioni e i pagamenti avverranno on line direttamente dal Sito. Quest'anno è disponibile un centro di Supporto raggiungibile all' indirizzo https://connext.confindustria.it/helpdesk/


Si allega la brochure ufficiale di CONNEXT 2020 con tutti i dettagli per la partecipazione.

connext_2020_brochure.pdf


Stampa veloce


Rapporto Esportare la dolce vita 2019 - PER LE ECCELLENZE DEL MADE IN ITALY OPPORTUNITÀ PER 45 MILIARDI DI EURO

EXPORT: PER LE ECCELLENZE DEL MADE IN ITALY OPPORTUNITÀ PER 45 MILIARDI DI EURO



Roma, 18 novembre 2019 - L’Italia è campione di qualità nel mondo attestandosi al terzo posto nella classifica internazionale degli esportatori dei beni finali di consumo di fascia alta. Le eccellenze del made in Italy (il bello e ben fatto) valgono 86 miliardi di euro di export nel mondo, rappresentano il 15,6 per cento delle esportazioni complessive dell’Italia e sono trasversali a tutti i principali comparti.


È quanto emerge dalla decima edizione di “Esportare la Dolce Vita”, il rapporto realizzato dal Centro Studi di Confindustria con il sostegno di Sace Simest, la collaborazione con la Fondazione Manlio Masi e il contributo di Confindustria Ceramica, Cosmetica Italia, Federalimentare e Ucina. La ricerca quest’anno si focalizza su “Il potenziale dei beni finali di consumo belli e ben fatti sui mercati esteri” con l’obiettivo di fornire un quadro delle aree geografiche, i settori su cui puntare e il tipo di concorrenza con cui è necessario misurarsi. I prodotti belli e ben fatti (BBF) sono tutti quei beni finali di consumo che l'Italia esporta a prezzi elevati e che si contraddistinguono per design, cura, qualità dei materiali e delle lavorazioni, contribuendo a diffondere nel mondo l’immagine dell’Italian way of life.

La studio stima per il BBF un ulteriore potenziale di export di quasi 45 miliardi di euro, di cui 33,5 mld verso i paesi avanzati e 10,9 verso gli emergenti. I paesi avanzati su cui puntare sono: Stati Uniti (8,2 miliardi di euro), Germania (3,3 miliardi), Giappone (2,6 miliardi), Regno Unito (2,5 miliardi) e Francia (2,1 miliardi). Tra le economie emergenti i mercati principali risultano Cina (3,3 miliardi di euro), Emirati Arabi Uniti (1,3 miliardi), Qatar (0,8 miliardi), Arabia Saudita (0,8 miliardi) e Russia (0,6 miliardi). Stati Uniti, Cina e Germania sono quindi i principali mercati per opportunità di export, anche se per ragioni diverse.

Per quanto riguarda i settori, oltre a quelli che rientrano nelle cosiddette “tre F” di fashion, food, furniture, i comparti a più alto contenuto di prodotti di qualità ed eccellenze spaziano su un’ampia gamma che va dalla cosmetica alla ceramica, dalla nautica ai motocicli. Tutti settori che sono stati tra i più dinamici dopo la crisi del 2008. L’Italia, inoltre, è prima al mondo per quote di BBF in Legno e arredo, Pelletteria, Calzature, Tessile e abbigliamento.

Le crescenti spinte protezionistiche, infine, rischiano di danneggiare molti comparti del made in Italy e di ridimensionare il loro potenziale di crescita verso numerosi mercati di sbocco, USA in primis. Seppure l’Italia non è per ora tra i paesi più colpiti, alcuni prodotti legati al BBF ne sono già risultati danneggiati. La risposta in questo contesto di crescenti tensioni viene dagli accordi commerciali, che aiutano a creare certezze per favorire gli scambi. Nel rapporto si approfondiscono tre accordi sottoscritti dall’Unione europea negli ultimi anni, ossia quelli con il Canada, la Corea del Sud e il Giappone.

Per concludere, “Esportare la Dolce Vita” indica tre assi su cui puntare per trasformare l’export da potenziale in effettivo: continuare a promuovere gli accordi commerciali, potenziare la presenza del made in Italy sulle piattaforme di e-commerce e contrastare i fenomeni dell’italian sounding e della contraffazione.


Per leggere il Rapporto completo clicca qui.



Stampa veloce


Vai a pagina       >>  



Ultime Aziende Associate




Struttura Operativa