Documenti
Circolari

Nessun evento in questo mese.

LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     
Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
Convenzioni
Convenzioni


Presentazione MEPA


Decima giornata nazionale pmi: Confindustria L'Aquila Abruzzo interno incontra gli studenti





Comunicato Stampa


Confindustria L'Aquila incontra gli studenti. In occasione della Decima giornata nazionale delle piccole e medie imprese, in programma domani, 15 novembre, organizzata da Piccola industria Confindustria in collaborazione con le associazioni del sistema, gli Industriali della provincia dell'Aquila apriranno le porte di tre aziende, la Euroconic di Avezzano, la William Di Carlo e la Beta Utensili di Sulmona, per per raccontarsi, per mostrare alle nuove generazioni cosa significa fare impresa e con quale impegno, passione e dedizione vengono realizzati i prodotti o i servizi che arrivano sul mercato. A partire dalle 10 i ragazzi dell'Itis Maiorana di Avezzano e dell'Istituto comprensivo di Sulmona, avranno la possibilità di effettuare visite guidate in azienda “per far conoscere alle nuove generazioni il mondo dell'impresa”. “Un momento di confronto con le scuole”, afferma Roberto Monfredini, vice presidente di Confindustria L'Aquila Abruzzo Interno con delega alla Piccola industria, “che deve servire a fertilizzare e promuovere l'autoimprenditorialità tra gli studenti degli istituti superiori come alternativa all'ideologia classica del posto fisso e come opportunità di un nuovo percorso professionale”. Un'inziativa che, come sottolineato da Monfredini, “si inserisce nell'ambito di quel processo culturale di legittimazione del ruolo dell'impresa e del suo impegno a favore della crescita economica e del benessere sociale, uno degli obittivi prioritari di Confindustria. L'esperienza in azienda”, conclude Monfredini, “offre agli studenti l'opportunità di vedere da vicino la realtà produttiva e di conoscere l'impegno che gli imprenditori condividono con i propri collaboratori nella realizzazione di prodotti e servizi, i risultati raggiunti e i progetti futuri”. Il “Piccole e medie imprese day” è nato come momento di diffusione della cultura d'impresa in relazione alle diverse tematiche su cui agisce e punta il mondo confindustriale.







Stampa veloce


AVVISO IMPORTANTE - Fondirigenti - AVVISO 1/2019: presentazione piani formativi alle parti sociali




Federmanager Abruzzo Molise e Confindustria L’Aquila al fine di gestire la nuova modalità di condivisione on line a livello territoriale, di cui si rimanda al Testo Integrale e alle Linee Guida per tutti i dettagli, nonché garantire la valutazione dei Piani proponendi, invitano le Aziende a trasmettere gli stessi a Federmanager e a Confindustria L’Aquila , sempre attraverso il sistema web, entro e non oltre il 25 novembre 2019.

Una volta che le Parti sociali condivideranno il Piano, il sistema web invierà alla PEC aziendale e all’indirizzo e-mail del Rappresentante Legale e del Referente Aziendale la comunicazione di avvenuta condivisione.

Qualora un Piano venisse sospeso dalle Parti Sociali, il sistema web trasmetterà alla PEC aziendale e all’indirizzo e-mail del Rappresentante Legale e del Referente Aziendale una comunicazione sullo stato del Piano con i recapiti dei Rappresentanti incaricati della condivisione per i necessari approfondimenti. A seguito del ricevimento della e-mail, l’utente dovrà rientrare nella propria Area riservata ed effettuare le eventuali modifiche richieste dalle Parti Sociali.

Per evitare disguidi e rallentamenti nel processo di condivisione è importante che gli indirizzi e-mail dei Referenti aziendali siano corretti ed aggiornati.
prorogato il termine di presentazione

Il termine unico di presentazione dei Piani formativi (inizialmente previsto per il 14 novembre 2019) è stato prorogato alle ore 11.00 del 2 dicembre 2019.


Per info e chiarimenti: Tel 0862.317938




Stampa veloce


Approfondimento della Banca d’Italia sulle determinanti delle trasformazioni dei contratti a termine nel 2018




La Banca d’Italia ha pubblicato il rapporto 2019 sulle Economie Regionali, che nel capitolo relativo al mercato del lavoro contiene un interessante approfondimento sul trend osservato nelle trasformazioni dei contratti a termine nel 2018.

Innanzitutto, Bankitalia conferma che nel 2018 le trasformazioni di contratti a termine hanno trainato l’aumento delle posizioni lavorative permanenti. In particolare, rispetto al 2017 al centro-nord il numero di contratti stabilizzati è quasi raddoppiato, mentre è salito di circa il 60 per cento al sud.

L’approfondimento alle pagine 30 e 31 del rapporto è relativo proprio allo studio di quanta parte di questo incremento delle trasformazioni è imputabile all'effetto “meccanico” (ovvero dovuto all'elevato numero di contratti trasformabili in quanto avviati a termine nel 2016-2017) e quanto invece è dovuto all'andamento dell’economia e all'aumento della probabilità di stabilizzazione, su cui potrebbero aver inciso le modifiche della normativa (in particolare la stretta sui contratti a termine ad opera del decreto dignità).

Il flusso di nuove trasformazioni dei contratti può aumentare in maniera quasi automatica perché sono stati attivati molti contratti a termine negli anni precedenti, a parità di inclinazione delle imprese a trasformarne una parte. La Banca d’Italia calcola che questo effetto meccanico sia responsabile di circa la metà dell’incremento delle trasformazioni verificatosi nel 2018.

Il restante incremento è dovuto invece alla crescita del tasso di conversione dei contratti, ovvero della probabilità di stabilizzazione, dovuta a diverse determinanti: incentivi per assunzioni e trasformazioni dei contratti a tempo indeterminato, andamento del ciclo economico e, in ultima analisi, modifiche della normativa.

Per quanto riguarda gli incentivi di natura contributiva in vigore dal 2018 per i giovani, Bankitalia stima che questi abbiano determinato una maggior crescita delle trasformazioni per circa sei punti percentuali nel Centro Nord e per tre punti percentuali nel Mezzogiorno (dove l’effetto più basso è probabilmente dovuto alla concorrenza dell’altro bonus occupazionale finanziato con i fondi europei, “Incentivo Occupazione Mezzogiorno”).

Il resto della crescita delle trasformazioni è probabilmente legata all'aumento del tasso di conversione dei contratti, a sua volta causato dall'andamento del ciclo economico e, a partire da luglio 2018, in via residuale, dalle norme del “decreto dignità”.

Per quanto riguarda il decreto dignità, la normativa rende più difficile l’utilizzo dei contratti a termine per più di 12 mesi. In ragione di ciò, oltre ad influenzare le trasformazioni, il decreto ha probabilmente influito negativamente sulla probabilità complessiva che un lavoratore a tempo determinato risulti ancora occupato, con qualsiasi tipo di contratto, a un anno dall'assunzione: il calo è lieve ma significativo al Centro-Nord, dove l’impiego da parte delle imprese di lavoratori a termine per più di 12 mesi era più diffuso.


Il rapporto completo è al seguente link https://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/economie-regionali/2019/2019-0022/19-22-eco-regio.pdf





Stampa veloce


Servizio gratuito di diagnosi della proprietà industriale (brevetti, marchi e disegni) e suggerimenti per la loro valorizzazione.




Ricordiamo che già dallo scorso anno è attivo un servizio completamente gratuito per le Imprese Associate volto alla diagnosi, identificazione, protezione e valorizzazione della proprietà intellettuale tale da fornire utili suggerimenti per poterla valorizzare.
Il servizio viene erogato dal personale dell’Ufficio di Trasferimento Tecnologico dell’Università dell’Aquila, nell’ambito di un progetto finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico, di cui è responsabile il Prof. Luciano Fratocchi, referente di Ateneo per il trasferimento tecnologico.
Le aziende che manifesteranno il proprio interesse saranno contattate per poter effettuare una visita (della durata massima di un’ora) nel corso della quale verranno discussi i temi della conoscenza, tutela, gestione e valorizzazione dei titoli di proprietà industriale. Le informazioni di cui si verrà in possesso saranno ovviamente trattate solo a livello aggregato e nel pieno rispetto della vigente normativa.
A chiusura delle attività sarà consegnato all’azienda uno specifico report nel quale saranno riepilogate in forma organica le informazioni gestite e saranno indicati alcuni possibili suggerimenti per un percorso di valorizzazione dei titoli di proprietà industriale.
Le Aziende Associate che intendono attivare il servizio sono invitate a comunicare RAGIONE SOCIALE, NOMINATIVO REFERENTE e RECAPITI (telefono ed email) agli indirizzi:
-Ufficio Trasferimento Tecnologico: trapar@strutture.univaq.it - alessandra.montesanti@cc.univaq.it
-Confindustria L’Aquila: saracino@confindustria.aq.it
Per maggiori informazioni: tel. 0862.432749



Stampa veloce


Reddito di cittadinanza e Quota 100: dai risparmi meno spinta su consumi e PIL - Infografica CSC

All’avvio del Reddito di Cittadinanza e di Quota 100, il Centro Studi Confindustria stimava un impatto sui consumi privati crescente nel tempo e pari rispettivamente a +0,8 e +0,6 per cento al 3° anno, assumendo che i fondi stanziati per le misure venissero tutti impegnati. Ipotesi che va rivista alla luce delle domande pervenute, ben inferiori alle attese:

• A inizio ottobre 2019 i nuclei beneficiari di Rdc erano 943mila. A fine anno potrebbero di poco superare il milione, contro i quasi 1,3 milioni, già da aprile, stimati nella relazione tecnica al provvedimento.

• A fine settembre l'INPS aveva ricevuto 185mila domande per Quota 100, di cui il 51 per cento solo il primo mese, quando sono arrivate le richieste di coloro che già possedevano i requisiti a fine 2018. Si stima che a fine 2019 i beneficiari della misura non supereranno i 200mila, circa il 35 per cento in meno rispetto a quanto previsto.

Se da un lato un utilizzo inferiore alle attese genera risparmi per lo Stato, dall’altro lato smorza l’impatto atteso su consumi e PIL, soprattutto, ma non solo, nel 2019.







Stampa veloce


“CATEGORIA 2 BIS” - Corso di formazione gratuito - giovedì 31 ottobre 2019



Segnaliamo che la Sezione Abruzzo dell’Albo Gestori Ambientali, attraverso l’Agenzia per lo Sviluppo, Azienda speciale della Camera di Commercio dell’Aquila, ed in collaborazione con Ecocerved, ha organizzato un corso denominato “CATEGORIA 2 BIS” che si terrà il 31 ottobre p.v. dalle ore 9:00 alle ore 13:00 presso la sede dell'Agenzia per lo Sviluppo, in località Bazzano (AQ), ed offrirà un ampio approfondimento alle norme relative alla genesi del rifiuto.
Per informazioni:daniela.scimia@agenziaperlosviluppo.aq.camcom.it.

La partecipazione al corso è gratuita.

Si allega Locandina del Corso.
locandina.pdf



Stampa veloce





Podda:“No a sugar e plastic tax. In provincia dell'Aquila centinaia di imprese colpite”


“Un deciso no alla sugar e plastic tax, che potrebbero aggravare drammaticamente i costi di migliaia di imprese della provincia dell'Aquila che operano nella produzione di plastica o nell'indotto, in particolare nel comparto alimentare”. A dichiararlo è il presidente di Confindustria L'Aquila Abruzzo Interno, Riccardo Podda, in relazione alle due misure contenute nella manovra finanziaria presentata dal Governo. “Con estrema chiarezza, il mondo di Confindustria chiede la cancellazione di sugar e plastic tax”, afferma Podda, “aumentare del dieci per cento il costo delle bibite significa, inevitabilmente, far calare la domanda e, di conseguenza, i volumi di produzione di decine e decine di imprese del territorio. E' una tassa onerosa che incide su una componente fondamentale dell'industria alimentare italiana e della nostra provincia. La tassa sulla plastica utilizzata per gli imballaggi, inoltre”, aggiunge il presidente di Confindustria, “produrrebbe addirittura il raddoppio del costo della materia prima impiegata. Provvedimenti che cadono in una fase economica in cui si moltiplicano i segnali di una nuova recessione, che in Abruzzo come in provincia dell'Aquila, purtroppo, è già realtà. Come ha sottolineato il presidente nazionale di Confindustria, Boccia, le due tasse finirebbero per colpire i prodotti, invece di penalizzare i comportamenti. Le imprese”, ricorda Podda, “già oggi pagano il contributo ambientale Conai per la raccolta e il riciclo degli imballaggi in plastica, per un ammontare di 450 milioni di euro l'anno, dei quali 350 vengono versati ai Comuni per garantire la raccolta differenziata. L'introduzione di una tassa sulla plastica equivarrebbe a una sorta di doppia imposizione e, come tale, sarebbe ingiustificata sia sotto il profilo ambientale che economico- sociale”. Secondo Podda “il tributo, peraltro, colpirebbe anche i prodotti di imballaggio che contengono materiale riciclato, andando a penalizzare gli enormi sforzi che le imprese aquilane stanno compiendo per la completa transizione verso l'economia circolare, sottraendo importanti risorse agli investimenti in sostenibilità ambientale. La misura rischia, infine, di compromettere il buon funzionamento del sistema dei consorzi per la gestione e il riciclo degli imballaggi”.


L’Aquila, 24 ottobre 2019


Stampa veloce




Protagonisti di questa settimana sono i Soci: Thales Alenia Space Italia S.p.A.; Tonelli Ingegneria S.r.l.; Transcom Worldwide S.p.A.; Umbria Filler S.r.l., UP Securit S.r.l..

THALES ALENIA SPACE ITALIA S.p.A: L’Azienda opera nei mercati della sicurezza, dei trasporti, della difesa, dell’aerospazio e dello spazio, disponendo di un solido portafoglio di prodotti e tecnologie duali, destinate ai mercati sia civile che militare. La sua forte vocazione all'innovazione si nutre di numerose e proficue collaborazioni con le migliori università e centri di ricerca italiani.
E’ presente a L’Aquila con un proprio Stabilimento produttivo.
Referente associativo: Riccardo Podda
Sito internet: www.thalesgroup.com


TONELLI INGEGNERIA S.R.L.: La Società svolge attività d’Ingegneria e Architettura, dalle fasi di analisi ed ideazione, con la redazione dei progetti di fattibilità, definitivo, esecutivo e costruttivo, alle valutazioni economiche d’intervento, al controllo e management di realizzazione, fino alla consegna dell’opera compiuta all’utente finale.
Ha sede ad Avezzano (AQ)
Referente associativo: Fabio Tonelli
Sito internet: www.tonelli-ingegneria.it


TRANSCOM WORLDWIDE S.p.A.: Transcom è uno dei leader mondiali nel settore della Customer Experience. I suoi 27.000 specialisti dell’assistenza clienti aiutano ogni anno i clienti di centinaia di aziende, rispondendo alle loro domande in 33 lingue da 50 contact center in 21 paesi del mondo.
Il vantaggio di quest’organizzazione globale è offrire la migliore Customer Experience possibile indipendentemente dal paese di provenienza del cliente finale o dell’agente che risponde alle sue domande.
Tra i principali servizi offerti ci sono la consulenza sui servizi di Assistenza Clienti, il Customer Service, l’acquisizione di nuovi clienti, la vendita tramite il contact center, la Customer Retention, il supporto tecnico e il recupero crediti.
Transcom in Italia è presente con uffici a Milano, Cernusco sul Naviglio (Mi), Roma, L’Aquila, Bari e Lecce.
Referente associativo: Giuseppe Bertini
Sito internet: https://it.transcom.com


UMBRIA FILLER S.r.l.: Società del Gruppo Moccia Irme S.p.A., produce carbonato di calcio tecnico micronizzato e ipermicronizzato naturale e post-trattato ed opera prevalentemente nel settore delle materie prime per colorifici, materie plastiche, PVC, cavi elettrici, gomma, carte e cartoni, inchiostri e cartiere.
Ha sede a Sulmona(AQ)
Referente associativo: Mario Del Barone
Sito internet: www.umbriafiller.com


UP SECURIT S.r.l.: L’Azienda si occupa di sicurezza informatica aziendale avanzata. Grazie all’utilizzo delle più recenti tecnologie avanzate, è in grado di pianificare lo sviluppo della sicurezza aziendale attraverso soluzioni personalizzate capaci di ragionare su più livelli di protezione, con una copertura integrata e adeguata.
Ha sede a L'Aquila
Referente associativo: Manuel Romano
Sito internet:
www.upsecurit.com





Stampa veloce




Documentazione Rapporto Centro Studi Confindustria - 7 ottobre 2019


Il Rapporto conferma che l'Italia è in bilico tra ripresa e recessione. Più che in passato, molto dipenderà dalle scelte di politica economica.

Rapporto di previsione sull'economia italiana
Italia in bilico tra ripresa e recessione Il Centro Studi Confindustria conferma la sostanziale stagnazione dell'economia italiana, già delineata nelle previsioni di primavera (Tabella A). Più che in passato, molto dipenderà dalle scelte di politica economica e in particolare da come il Parlamento italiano modificherà l'attuale legislazione, che prevede un aumento dell'IVA e delle accise per 23,1 miliardi di euro a partire dal 1° gennaio 2020.

Di seguito il Rapporto completo




Stampa veloce





FISCO: CONFINDUSTRIA E COMMERCIALISTI PRESENTANO UN DOCUMENTO SULLE SEMPLIFICAZIONI
Oltre 50 proposte di razionalizzazione per snellire il nostro sistema tributario


Un pacchetto di proposte per un fisco più semplice da sottoporre all’attenzione della politica, impegnata in queste settimane con la definizione della legge di bilancio. Lo hanno messo a punto in un documento congiunto Confindustria e Consiglio Nazionale dei Commercialisti
, con l’obiettivo di contribuire a creare un contesto più certo e lineare nel quale operare. Il documento “Imprese e commercialisti per un Fisco più semplice”, presentato il 9 ottobre a Roma nel corso di un evento a Palazzo San Macuto, contiene oltre 50 articolati normativi che declinano in maniera puntuale le azioni più urgenti da compiere sulla strada della razionalizzazione del nostro sistema fiscale.

Gli interventi delineati da imprese e professionisti si articolano lungo tre direttrici: la semplificazione normativa, la razionalizzazione degli adempimenti e la garanzia di un rapporto equilibrato tra fisco e contribuenti. Le proposte spaziano dall’ambito Iva e imposte indirette a quello Ires e reddito d’impresa; da quello relativo a Irpef e sostituiti d’imposta a quello dei tributi locali, fino a toccare gli ambiti dell’accertamento, del contenzioso e della riscossione.

Secondo Commercialisti e Confindustria è prioritario intervenire nell’ambito IVA, per ridurre e semplificare la mole di adempimenti e oneri connessi. A quasi un anno dall’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica è fondamentale che gli sforzi profusi si traducano in risultati concreti in termini di semplificazione e risparmio di costi, a partire dal rendere annuale la trasmissione del cosiddetto esterometro.
Il documento affronta poi alcune significative complicazioni operative, come la gestione di doppi binari, che sottrae tempo e risorse agli operatori e che andrebbe regolamentata con maggiore coerenza. L’equilibrio del rapporto fisco-contribuente, sottolineano Commercialisti e Confindustria, è spesso compromesso da interpretazioni di prassi in contrasto con principi di logica giuridica. Tra le contromisure da adottare per facilitare questo rapporto, il documento vaglia anche i temi della acquiescenza parziale, dell’obbligo generalizzato di contraddittorio preventivo e di comunicazione della chiusura di una verifica anche in caso di suo esito negativo, nonché quello di una razionalizzazione della disciplina degli avvisi bonari. Una tax governance sempre più orientata alla prevenzione dei rischi di natura fiscale dovrebbe, inoltre, essere corredata da un ripensamento della reazione sanzionatoria che appare, in specifici casi, sproporzionata rispetto alla condotta perseguita.


sintesi_proposte_semplificazioni_fiscali.pdf


Stampa veloce


Vai a pagina   <<        >>  



Ultime Aziende Associate




Struttura Operativa