Documenti
Circolari

Nessun evento in questo mese.

LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
Convenzioni
Convenzioni


Presentazione MEPA


SAVE THE DATE - Roadshow "FONDIMPRESA: FINANZIA LA COMPETITIVITA' DELLA TUA AZIENDA" – L’Aquila, 4 luglio 2019 ore 15.00




Vi informiamo che l'OBR Abruzzo - Articolazione Territoriale di Fondimpresa - ha promosso per l'annualità 2019 le tappe di un Roadshow che stanno interessando l'intero Territorio regionale, dal titolo "FONDIMPRESA: FINANZIA LA COMPETITIVITA' DELLA TUA AZIENDA".
La tappa aquilana del Roadshow si terrà Giovedì, 4 Luglio 2019, ore 15.00 (L'Aquila, Sede Confindustria L'Aquila - Abruzzo Interno, Località Campo di Pile).
Nel corso dell’iniziativa, oltre ad un momento di confronto tra i diversi attori istituzionali, economici e sociali, finalizzato alla ricerca di soluzioni e proposte innovative per le esigenze formative delle imprese, si darà voce alle aziende stesse, ai lavoratori, attraverso la presentazione di storie di formazione di aziende aderenti che hanno colto le opportunità di Fondimpresa per crescere ed innovare.
Il roadshow prevederà inoltre un momento tecnico di presentazione della piattaforma informatica di Fondimpresa per la presentazione dei piani formativi.

Seguirà il programma completo.



Stampa veloce




Protagonisti di questa settimana sono i Soci: PROMEDICAL BIOELECTRONICS S.r.l.; PUBLIPRESS S.r.l.; R.A. SANTA MARIA VALLEVERDE S.r.l.; RANDSTAD ITALIA S.p.A.; REGINELLA D’ABRUZZO S.r.l.


PROMEDICAL BIOELECTRONICS S.r.l.: L’Azienda si occupa della commercializzazione e della gestione tecnica di apparecchiature ad altissima tecnologia di diagnostica per immagini e terapia oncologica. Ha sede a L’Aquila.

Referente associativo: Leonardo Gorini
Sito internet:www.promedicasrl.e

PUBLIPRESS S.r.l.: Società editrice di Periscopio & Sipario con riviste e magazine tematici (Guida agli Sposi D’Abruzzo, Guida alle Sagre, Cartine Turistiche) eroga altresì servizi di comunicazione integrata (Campagne Pubblicitarie, Applicazioni Web, Cartelloni Pubblicitari). Ha sede a L’Aquila.[
Referente associativo: Alessandro Marsili.
Sito internet: www.periscopio.info

R.A. SANTA MARIA VALLEVERDE S.r.l.: Struttura residenziale socio assistenziale protetta, accoglie persone adulte, anziani autosufficienti e non, persone con disabilità. Ha sede a Celano (AQ).
Referente associativo: Riccardo Silvagni
Sito internet: www.santamariavalleverde.com

RANDSTAD ITALIA S.p.A.: Agenzia per il lavoro tra le più importanti con filiali presenti in 40 Stati, la maggior parte in Europa, ma anche in Asia e Nord America. Si occupa di ricerca, selezione e formazione di risorse umane offrendo soluzioni personalizzate, adeguate all'esigenze diverse del territorio. Ha sede a L’Aquila.
Referente associativo: Gianfranco Trotta
Sito internet: www.randstad.it

REGINELLA D’ABRUZZO S.r.l.: Storica Azienda casearia gestita, da quattro generazioni, dalla famiglia D’Amico di Sulmona (AQ). Si occupa, da oltre cinquant’anni, della produzione, lavorazione e trasformazione, commercializzazione (all'ingrosso e al dettaglio) del latte e di tutti i prodotti lattiero-caseari di altissima qualità.
Referente associativo: Paolo D’Amico
Sito Internet:www.reginelladabruzzo.it


Stampa veloce


Confindustria L'Aquila - Abruzzo Interno: assegnate le deleghe ai consiglieri.

Il Consiglio Direttivo di Confindustria L'Aquila - Abruzzo Interno, nella riunione del 6 giugno scorso, ha assegnato le deleghe dei diversi settori di intervento, su cui l'associazione intende puntare per un rafforzamento dell'azione territoriale. Il Presidente, Riccardo Podda, avrà la delega ai Percorsi Aggregativi, Innovazione e Ricerca, Legalità ed Etica.
Al Past President, Marco Fracassi, è andata la delega alle relazioni con la Camera di commercio, di cui è Vice Presidente.
A Roberto Monfredini vanno Piccola Industria, Arap, Education e Formazione, Antonio Angelini avrà la delega Città dell'Aquila, Servizi Innovativi e Infrastrutture Digitali, Marketing e Sviluppo Associativo, Pasquale Angelini Energia e Rapporto con i Giovani Imprenditori.
Paolo Chiocca si occuperà di Relazioni Industriali, Pier Luigi Marinelli di Sanità, Ezio Rainaldi di Ricostruzione e Tasse, Mimmo Carducci, Credito e Finanziamenti Europei.
“L'assegnazione delle deleghe”, spiega il Presidente, Podda, “guarda ad una gestione corale, in team, della squadra di governo, di cui mi considero primus inter pares. La ripartizione delle stesse è stata effettuata per specifiche competenze settoriali. Un passaggio che proietta Confindustria verso una presenza ancora più marcata sul territorio”.
Non solo industria e sviluppo economico, che restano il core business dell'associazione industriali. “L'intento”, spiega Podda, “è prestare massima attenzione a tutti i comparti e alle problematiche territoriali, dalla ricostruzione alle relazioni esterne, dalla sanità ai rapporti istituzionali, in un recupero a 360 gradi del ruolo di forza e mediazione proprio dei corpi intermedi, anche per avviare un dialogo più stretto con il territorio”.



Stampa veloce


CONAI per la sostenibilità ambientale degli imballaggi - Edizione 2019 del Bando Prevenzione.




Segnaliamo che CONAI (Consorzio nazionale imballaggi) promuove la sostenibilità ambientale con il “Bando CONAI per la prevenzione – Valorizzare la sostenibilità ambientale degli imballaggi” volto a premiare le soluzioni di packaging più innovative e ecosostenibili immesse sul mercato nel biennio 2017-2018.

Possono partecipare al Bando le aziende consorziate a CONAI che, nel biennio 2017-2018, hanno investito in attività di prevenzione rivolte alla sostenibilità ambientale dei propri imballaggi, agendo su almeno una delle seguenti leve: riutilizzo, facilitazione delle attività di riciclo, risparmio di materia prima, utilizzo di materie provenienti da riciclo, ottimizzazione della logistica, semplificazione del sistema di imballo e ottimizzazione dei processi produttivi.

I casi potranno essere presentati entro il 30 giugno 2019 compilando il form online disponibile sul sito www.ecotoolconai.org, e saranno valutati tramite lo strumento Eco Tool di CONAI che permette di calcolare, attraverso un’analisi LCA semplificata, gli effetti delle azioni di prevenzione attuate dalle aziende sui propri imballaggi attraverso il calcolo dei benefici ambientali in termini di risparmio energetico, idrico e di riduzione delle emissioni di CO2.

Per la nuova edizione 2019, il budget complessivo messo a disposizione da CONAI è pari a 500.000 Euro da suddividersi in:
• 410.000 Euro proporzionalmente al punteggio ottenuto tra tutti i casi ammessi;
• 60.000 Euro relativamente al materiale di prevalenza (acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro);
• 30.000 Euro a giudizio del Comitato Tecnico Allargato, nell’ambito dell’attivazione di una o più delle seguenti leve di prevenzione: Riutilizzo, Facilitazione attività di riciclo, Utilizzo di materia prima seconda.
Per ulteriori approfondimenti si rimanda al sito internet del CONAI www.conai.org.




Stampa veloce


Aggiornamento problematica tasse sisma 2009 - Ulteriore proroga termine procedimento recupero aiuti.

Segnaliamo alle Aziende interessate dalla comunicazione di avvio del procedimento di recupero degli aiuti dichiarati illegittimi, che nella legge di conversione del Decreto “Sblocca Cantieri “ in esame presso il Senato della Repubblica, è stata approvato, nella seduta di ieri, un emendamento che prevede un’ulteriore proroga al 31 dicembre 2019 inserita nell’Art.21 comma 9:


«2-bis. All'articolo 1-septies del decreto-legge 29 maggio 2018, n. 55, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 luglio 2018, n. 89, le parole: ''entro quattrocentottanta giorni dalla comunicazione di avvio del procedimento di recupero ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 14 novembre 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 57 del 9 marzo 2018'' sono sostituite dalle seguenti: ''entro il 31 dicembre 2019"».


Pertanto il nuovo termine sarà il 31/12/2019 per la presentazione della documentazione richiesta dal procedimento di recupero.



Stampa veloce


Protagonisti di questa settimana sono i Soci: POLVEN.RE. S.r.l.; POSTE ITALIANE S.p.A.; PRIMAVERA S.a.s.; PRIMULA S.r.l.; PROFESSIONAL SERVICE S.r.l.




POLVEN.RE. S.r.l.: L’Azienda occupa i locali dell’ex Agriformula S.r.l. di Monticchio (AQ) ed offre un servizio di affitto immobiliare dei capannoni anche come autorimessa di mezzi pesanti.
Referente associativo: Anna Specchio



POSTE ITALIANE S.p.A.: Il Gruppo Poste Italiane S.p.A. al quale è affidata la gestione del servizio postale in Italia, è altresì operativa nei settori finanziari, assicurativi e nella telefonia mobile.
Referente associativo: Antonio Angelini
Sito internet:www.posteitaliane.it



PRIMAVERA S.a.s. - ALBERGO - RISTORANTE LA POIANA: Un antico casale dell’800 completamente ristrutturato, ha sede a Barrea (AQ), a pochi minuti di distanza dagli impianti di risalita e dalle piste da sci di Passo Godi, Pescasseroli e Roccaraso.
Referente associativo: Michela Caniglia
Sito internet: www.albergolapoiana.it



PRIMULA S.r.l.: Resort a quattro stelle dispone di 74 camere d’albergo e di appartamenti in residence da 3 a 7 posti letto. Ha sede a Pescasseroli (AQ).
Referente associativo: Ernesto Paolo Alba
Sito internet: www.primula.it



PROFESSIONAL SERVICE S.r.l.: La società, nata nel 1996 , è specializzata nell’erogazione di servizi di assistenza per gli adempimenti riguardanti la sicurezza, la salute e l’igiene nei luoghi di lavoro, rappresentando un importante punto di riferimento per enti pubblici e aziende private.
Referente associativo: Maurizio Ardingo
Sito internet: www.professionalservice.info




Stampa veloce


Comunicato Stampa - Imprese e territori resilienti. All'Aquila un convegno per presentare la partnership tra Confindustria e Protezione Civile

L'Aquila, 29 maggio 2019 ore 14.30 auditorium Dompé

Prevenire, prepararsi e rispondere all'emergenza causata dai fenomeni naturali che investono territori ed imprese del nostro Paese, con particolare riferimento alla provincia dell'Aquila, colpita dal terremoto 2009 e dal sisma Centro-Italia. Di resilienza degli impianti produttivi e della necessità di una più diffusa cultura della prevenzione si parlerà nel convegno “Imprese e territori resilienti. La partnership tra Confindustria e Protezione Civile”, in programma il 29 maggio prossimo, alle 14,30, all'Aquila, all' auditorium Dompé, in via Campo di Pile. L'incontro, organizzato da Confindustria Piccola Industria, Confindustria L'Aquila Abruzzo Interno e Confindustria Abruzzo, Comitato regionale piccola industria, in collaborazione con la Protezione civile e con il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, rientra nelle manifestazioni del decennale L'Aquila 2019-2009: l'occasione per presentare il protocollo d'intesa, siglato a dicembre 2016 da Confindustria e dalla Protezione civile per condividere obiettivi e valori, promuovere strategie operative ed esprimere un modo di essere cittadini e imprenditori responsabili, anche di fronte alle calamità. Il protocollo ha istituzionalizzato una collaborazione nata in modo spontaneo e confluita nel PGE, Programma Gestione emergenze, in occasione del sisma del Centro – Italia. Il PGE, nato dall'esperienza concreta del Comitato Piccola Industria di Confindustria Fermo in occasione del terremoto dell'Emilia nel 2012, è stato il primo esempio di sinergia tra sistema pubblico e privato, un'eccellenza riconosciuta a livello internazionale dall' UNISDR, l'Ufficio delle Nazioni Unite per la riduzione del rischio di catastrofi.
Al convegno parteciperanno, tra gli altri, Angelo Borrelli, capo del Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Carlo Robiglio, presidente Piccola Industria Confindustria e Vito Borrelli, capo della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea. “Proteggere il territorio”, ha dichiarato Riccardo Podda, presidente Confindustria L'Aquila Abruzzo Interno, “equivale a proteggere anche l'impresa, che ne è cuore pulsante, e garantire la continuità delle attività produttive significa tutelare l'intera comunità di cui l'azienda è parte integrante. Per questo Confindustria e il Dipartimento della Protezione Civile hanno voluto condividere, sottoscrivendo un protocollo d'intesa, valori e obiettivi per promuovere sinergie operative e azioni di prevenzione, preparazione e risposta all'emergenza attraverso il coinvolgimento attivo di cittadini e imprese: un percorso comune per diffondere una solida e condivisa cultura della resilienza”.


“Nel nostro Paese”, ha sottolineato Giuseppe Argirò, presidente Piccola Industria Confindustria Abruzzo, “oltre il 40% dei comuni è situato in aree a rischio sismico, mentre sono quasi il 90% quelli a rischio frane e alluvioni. Come gli eventi sismici e atmosferici dell'ultimo decennio hanno, purtroppo, insegnato, l'Abruzzo di colloca in un contesto estremamente delicato, che mostra le fragilità del territorio. Le aziende sono state le prime a prenderne coscienza e la Piccola Industria di Confindustria Abruzzo ha aderito fin da subito al Piano Gestione Emergenze e, anche in questa fase centrata sulla prevenzione e sulla resilienza, vuole diffondere e condividere ad ampio raggio le best practive tra le imprese abruzzesi”.

"L’Italia è fortemente esposta al rischio di calamità naturali e il cambiamento climatico in corso ne aumenterà la fragilità - ha evidenziato Carlo Robiglio, presidente Piccola Industria Confindustria. "Il nostro è un tessuto industriale estremamente diffuso e questo costituisce un' ulteriore criticità. Tutto ciò, oltre a determinare una strutturale debolezza economica, genera una costante fonte di tensione sociale. Per questo aumentare la capacità di risposta agli eventi traumatici e ridurre la vulnerabilità di aziende e territori rappresenta per Confindustria una priorità. Piccola Industria è impegnata, in collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile, nella definizione di un 'Piano Nazionale per la prevenzione del rischio, di gestione dell’emergenza e della ricostruzione' che punta su alcuni elementi cardine: diffusione della consapevolezza dei rischi naturali, supporto alla fase di emergenza e di ricostruzione post-catastrofe, prevenzione strutturale e non strutturale. Auspichiamo - ha detto Robiglio - che insieme si riesca ad accellerare l'implementazione del Piano per arrivare al più presto a mettere a disposizione delle imprese e delle comunità misure concrete".

"La sintonia instaurata tra Confindustria e Dipartimento ha dato frutti molto importanti - ha affermato Angelo Borrelli, capo del Dipartimento della Protezione Civile - e questo evento, che rappresenta anche un momento di riflessione a 10 anni dal tragico terremoto che ha colpito L’Aquila, è un’occasione per rinforzare i nostri rapporti. Insieme a Confindustria sperimentiamo in modo concreto e sistematico l’approccio ai temi di protezione civile attraverso il paradigma della resilienza, declinandolo non più esclusivamente sui luoghi ma anche sui diversi settori che concorrono allo spirito e al benessere di un territorio e in questa chiave di lettura la resilienza del tessuto produttivo è fondamentale per garantire la pronta ripresa dei territori colpiti da una calamità”.
Il programma prevede, alle 14,45 i saluti di Giuseppe Argirò, presidente Piccola Industria Confindustria Abruzzo, Roberto Monfredini, vice Presidente Confindustria L’Aquila Abruzzo Interno, Pierluigi Biondi, sindaco dell’Aquila, Marco Marsilio, presidente Regione Abruzzo, Giuseppe Linardi, Prefetto dell’Aquila, Vito Borrelli, capo della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea. A seguire, le relazioni sulla “Riduzione del rischio di catastrofi e comunità resilienti: nuovi indirizzi normativi e nuovi modelli di azione per la Protezione Civile” di Emilio Iannarelli DPC Ufficio Attività tecnico-scientifiche per la Previsione e Prevenzione dei rischi, e “La Regione Abruzzo ed il sistema regionale della Protezione Civile”, a cura di Sabatino Belmaggio, Dirigente Servizio Prevenzione dei Rischi di Protezione Civile Regione. Seguono gli interventi di Giancarlo Turati, vice presidente Piccola Industria Confindustria , Paolo Esposito, HR Senior Director Dompé farmaceutici S.p.A, Fabio Cazzato, responsabile Pianificazione Rete e Analisi Investimenti e-distribuzione, Fabio Occhioni, direttore di Produzione e Integrazione Stabilimento di L’Aquila Thales Alenia Space Italia, Fabio Graziosi, referente dell’Università dell’Aquila per il progetto INCIPICT e per la sperimentazione 5G nella città dell’Aquila, Roberto Cardinali, responsabile PGE Confindustria. Concluderanno i lavori, moderati dalla giornalista, Monica Pelliccione, il Capo del Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Angelo Borrelli e Carlo Robiglio, presidente Piccola Industria Confindustria.
L'evento sarà ospitato dalla Dompé nel suo stabilimento de L'Aquila, una delle tante eccellenze del territorio, esempio virtuoso nel campo della prevenzione e della resilienza.

L'Aquila 27/05/2019



Stampa veloce


Report gennaio - marzo 2019 Confindustria L'Aquila Abruzzo interno: Digiltal Innovation hub e Industria 4.0 per promuovere il territorio

Comunicato Stampa 23 mggio 2019

Report gennaio - marzo 2019 Confindustria L'Aquila Abruzzo interno: Digiltal Innovation hub e Industria 4.0 per promuovere il territorio

Dalla tutela dei marchi storici al Digital innovation hub, da Industria 4.0 al programma Elite e le iniziative di promozione sui mercati internazionali fino all'accompagnamento e alla divulgazione del bando Resto al Sud, quale strumento di incentivazione alla nascita di nuova imprenditorialità sul territorio. Confindustria L'Aquila Abruzzo interno, sulla scorta del Report di Confindustria nazionale “Dossier aperti”, ha divulgato i risultati e le attività di lobbying messe in campo nel trimestre gennaio-marzo 2019 per la promozione delle aziende che operano in provincia dell'Aquila. “Attività che contribuiscono, in modo sostanziale, al posizionamento associativo”, ha dichiarato Riccardo Podda, presidente Confindustria L'Aquila Abruzzo Interno, “e incentivano il fermento territoriale, con una serie di iniziative a favore delle aziende e mirate alla crescita dell'imprenditoria locale. Si va dalle perplessità espresse, in sede governativa, sulle gravi criticità relative alla proposta di legge sulla tutela dei marchi storici, laddove prevede una anacronistica e infondata limitazione della libertà imprenditoriale, allʼinserimento di figure manageriali nei Digital Innovation Hub. Consistente l'impegno di Confindustria anche nella promozione e diffusione del bando Resto al sud, che ha prodotto finora 6.534 domande sul piano nazionale, di cui 2.491 valutate positivamente, per 165 milioni di euro di investimenti previsti e 9 milioni di occupati stimati. In collaborazione con Invitalia, abbiamo avviato roadshow di presentazione sul territorio. Da evidenziare anche il ruolo di Confindustria nella promozione della provincia dell'Aquila e nelle azioni divulgative sul commercio internazionale”. “Abbiamo avviato una collaborazione pubblico-privato per far emergere nelle imprese profili tecnologici, strutturali e qualitativi che rispondano ai fabbisogni della pubblica amministrazione, in un'ottica di accrescimento della competitività basata su innovazione e digitalizzazione”, sottolinea Francesco De Bartolomeis, direttore di Confindustria L'Aquila Abruzzo Interno, “tra le iniziative che vedono la nostra associazione datoriale in prima fila, la sottoscrizione della “Carta per la sostenibilità e la competitività delle imprese nellʼeconomia circolare” , che rappresenta il primo tassello di un impegno che le organizzazioni intendono perseguire congiuntamente per portare a fattor comune proposte e azioni per cogliere le opportunità di sviluppo e competitività per le imprese legate allʼeconomia circolare”.








Stampa veloce


Assemblea Confindustria 22 maggio 2019 - Relazione del Presidente Vincenzo Boccia




Quale Italia troverà fra 20 anni un bambino che nasce oggi dipenderà dalle scelte che faremo noi, adesso. Dalle politiche economiche e dai cambiamenti culturali che tutta la società italiana – istituzioni, famiglie, imprese – avrà avviato.

Nella sua Relazione per l’Assemblea 2019 di questa mattina, il Presidente Vincenzo Boccia sottolinea l’urgenza di agire in questo delicato frangente della vita nazionale, sospesi tra il rischio di un destino declinante e la possibilità di riattivare una piena ripresa.

Dobbiamo e vogliamo agire perché crediamo in questa Italia, ha spiegato il Presidente, lasciando da parte i tatticismi e invitando la politica ad allungare e allargare lo sguardo.

Insieme dobbiamo condividere quale Italia ed Europa immaginiamo fra tre, cinque, venti anni.

Più lavoro, più crescita e meno debito pubblico restano gli obiettivi che una sana politica economica deve perseguire. Con gli ultimi due come
precondizioni per raggiungere il primo: la vera priorità è creare più lavoro a partire dai giovani.


In allegato la relazione integrale del Presidente Vincenzo Boccia.


relazione_presidente_boccia_assemblea_2019.pdf



Stampa veloce


Intervista al Presidente di Confindustria L'Aquila, Riccardo Podda.

da Abruzzo Impresa, 17 maggio 2019



Dieci anni duri quelli che l’impresa aquilana si lascia alle spalle. Dal suo osservatorio privilegiato di manager di una multinazionale, che ha continuato a investire all'Aquila, come li racconterebbe?
“Il sisma del 2009 ha rappresentato uno spartiacque per L'Aquila e il suo hinterland. Un territorio che ha dovuto fare i conti con la polverizzazione del tessuto economico, nella fase dell'immediata emergenza, e con la necessità di rimettere in piedi quell'alveo fruttuoso rappresentato dal mondo della piccola e media impresa, ossatura dell'economia insieme ai grandi gruppi industriali, che hanno fatto da traino alla ripresa. A dieci anni di distanza dal tragico evento del 6 aprile 2009, il lavoro verso una sostanziale rinascita del tessuto economico locale è a buon punto, ma va rafforzato e accompagnato, partendo proprio dal patrimonio della grande industria, penso a realtà come la Thales Alenia, ma anche a tutto il polo farmaceutico con nomi importanti come Dompé, Menarini, Sanofi-Aventis, per dare sostegno alle pmi”.

È innegabile che la presenza sul territorio di queste aziende abbiano stimolato la nascita di una piccola e media impresa locale che opera nello stesso settore. Come nel tempo questo rapporto si è espresso e come potrà continuare? Un tema presente anche nel suo programma di mandato come Presidente di Confindustria.
“Ritengo che il legame tra le realtà industriali più forti e strutturate, che operano in un contesto internazionale, e il mondo della piccola impresa sia fondamentale in un periodo storico come il nostro. Non a caso, ne ho fatto un punto cardine del mio mandato elettorale. La crisi degli investimenti, la latenza del tessuto produttivo e la difficoltà ad intercettare nuove aziende pronte ad investire sul territorio, possono essere controbilanciati da un'attenta politica di coinvolgimento delle pmi nel circuito virtuoso dell'imprenditoria più forte, quanto a numeri e fatturato. Il ruolo di Confindustria, in tal senso, risulta fondamentale come coniugatore di interessi e collante di un rapporto che veda i piccoli imprenditori protagonisti del processo virtuoso di crescita economica del contesto in cui operano”.

Vestendo, invece, ora proprio i panni del Presidente di Confindustria L’Aquila quale è la fotografica dell’economia locale in questo momento?
“I numeri parlano da soli. La provincia dell'Aquila, secondo gli ultimi dati Istat, ha perso dal 2007 ad oggi circa 10mila occupati. Già prima del terremoto aveva subìto pesanti conseguenze, sul piano occupazionale, dovute alla crisi economica, passando da 124mila occupati del 2007 a 117mila del 2008. Dopo il sisma del 2009 il calo complessivo del numero di addetti è stato pesantissimo, fino a toccare il picco minimo di 107mila occupati al 31 dicembre 2014. Anche il comparto delle costruzioni, che pure sulla carta risultava trainante considerando che siamo nel più grande cantiere d'Europa, ha fatto registrare una diminuzione di circa 2mila unità nell'ultimo biennio laddove il terremoto si è sommato alla crisi globale dei mercati”

Uno dei temi di più scottante attualità e difficoltà per molte imprese è quello della restituzione delle tasse, a che punto è la trattativa con il Governo in vista dello scadere della proroga della riscossione del 30 giugno?
“La scadenza della proroga concessa alle imprese per la presentazione della documentazione relativa alla certificazione degli aiuti e delle agevolazioni di cui le aziende aquilane hanno beneficiato, dopo il sisma 2009, è prossima. Confindustria, che ha sollecitato anche il sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, con una lettera ufficiale perché si rendesse parte in causa, anche a nome delle associazioni di categoria nel dialogo con il Governo, sta mettendo in campo tutti gli strumenti di interlocuzione politica e tecnica per addivenire ad una proroga annuale, che rimandi a luglio 2020 qualunque tipo di provvedimento. Un lasso di tempo necessario per formalizzare l'interlocuzione con l'Europa e portare a casa il risultato dell'innalzamento della soglia “de minims” da 200mila a 500mila euro, che salverebbe dalla restituzione forzata buona parte delle imprese coinvolte. Ricordiamo che l'operazione riguarda 126 aziende che operano sul territorio per complessivi 76 milioni di euro da restituire”

Come vede il futuro dell’economia di questo territorio?
“La rinascita economico-sociale deve accompagnare necessariamente quella fisica per evitare che L'Aquila diventi un ‘non -luogo’ poco appetibile per le giovani generazioni. Le potenzialità e le risorse non mancano: abbiamo importanti attrattori come i Laboratori di fisica nucleare, il Gssi, l'Università. In questo territorio sono in atto sperimentazioni innovative: è il caso del 5G, che fa dell'Aquila una delle città all'avanguardia in Italia per i sistemi di telefonica e trasmissione di ultima generazione. Le parole d'ordine sono sinergia, ricerca e innovazione, nel contesto attuale che richiede alle imprese, dalle multinazionali alle più piccole realtà produttive, di fare quadrato intorno ad un progetto di sviluppo. Nella sintesi tra innovazione e produzione ritengo sia la chiave della crescita futura dell'economia del territorio”.



Stampa veloce


Vai a pagina       >>  



Ultime Aziende Associate




Struttura Operativa