Documenti
Circolari

Nessun evento in questo mese.

LMMGVSD
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930    
Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
Convenzioni
Convenzioni


Presentazione MEPA


DPCM 7 settembre 2020 - Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

L'Aquila, 9 settembre 2020



DPCM 7 settembre 2020 - Segnaliamo che Confindustria ha redatto una nota di approfondimento sulle principali novità di interesse per le imprese.


Il 7 settembre scorso è stato approvato il DPCM 7 settembre 2020, che ha prorogato al 7 ottobre 2020 le disposizioni del DPCM 7 agosto 2020 volte a contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, nonché le disposizioni contenute nell’ordinanza del Ministro della salute 12 agosto 2020 sull’obbligo di tampone per chi proviene ovvero abbia soggiornato in Croazia, Grecia, Malta o Spagna e nell’ordinanza del Ministro della salute 16 agosto 2020 sulla sospensione delle attività del ballo.

Il nuovo DPCM ha anche aggiornato gli elenchi dei Paesi per i quali sussistono limitazioni alla mobilità (Allegato 20 al DPCM) e ha ampliato le eccezioni all’obbligo di sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario.

Di seguito, una sintesi delle questioni di maggiore interesse per le imprese:

Obbligo mascherine
Resterà obbligatorio indossarle (esclusi i bambini sotto i 6 anni e i disabili) nei luoghi chiusi aperti al pubblico, e comunque quando non si può garantire il distanziamento. Confermato anche l'obbligo di utilizzo della mascherina anche all'aperto, nei luoghi della vita notturna, dalle ore 18 fino alle 6.

Mezzi di trasporto pubblici
Anche in questo caso resta in vigore il limite di capienza fissata all'80% dei posti (anche per chi viaggia in piedi). Discorso diverso invece per gli scuolabus che potranno viaggiare a piena capienza purché i ragazzi non restino a bordo più di 15 minuti.

I Protocolli
Nel nuovo DPCM nulla è modificato per quanto riguarda l’articolo 2 del DPCM 7 agosto 2020, relativamente alle misure di contenimento del contagio per lo svolgimento in sicurezza delle attività produttive industriali e commerciali ed ai Protocolli di sicurezza.
Per quanto riguarda l’aggiornamento del Protocollo del 14 marzo, ad oggi né il Ministero del lavoro né il sindacato hanno manifestato l’intenzione di riprendere il percorso avviato prima dell’estate per apportare modifiche (si ricordano, in particolare, i temi della formazione, delle trasferte e delle riunioni come oggetto di possibile aggiornamento, sostanzialmente condivisi anche dal sindacato nella riunione tenutasi il 20 luglio).

Tamponi per chi arriva dall'estero
Si conferma anche l'obbligo - introdotto lo scorso 12 agosto - di sottoporsi a tampone per chi nei 14 giorni precedenti è stato in Croazia, Grecia, Spagna e Malta: si può entrare in Italia solo con un test negativo che abbia meno di 72 ore. Oppure bisogna fare, entro 48 ore dall'arrivo, un tampone in aeroporto, in porto o alla frontiera; la terza possibilità è andare a farlo alla Asl o nei drive-in disponibili sul territorio restando, fino a quel momento, in isolamento fiduciario.

Ricongiungimento coppie
Si registra però anche una novità: la possibilità per chi si trova all'estero di tornare in Italia per raggiungere la persona con cui ha una "stabile relazione affettiva, anche se non convivente".

Scuola
Viene formalmente adottato il documento messo a punto dal Gruppo di Lavoro ISS, Ministero della Salute, Ministero dell’Istruzione, INAIL, Fondazione Bruno Kessler, Regione Emilia-Romagna, Regione Veneto contenente "Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di SARS-CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia".

Gli interessati possono richiedere la nota completa contattando i nostri Uffici 0862 312769 - posta@confindustria.aq.it.




Stampa veloce





Ultime Aziende Associate




Struttura Operativa