News: Sette giorni - newsletter di Confindustria del 7 ottobre 2022
(Categoria: Novità)
Inviato da francescodb
venerdì 07 ottobre 2022 - 16:37:31



I temi della settimana

POLITICA, BONOMI AL NUOVO GOVERNO: RESPONSABILITA’ SU FINANZA PUBBLICA E CRISI ENERGETICA. A RISCHIO IL SISTEMA INDUSTRIALE
“Con­fin­du­stria è au­to­no­ma, in­di­pen­den­te dal­la po­li­ti­ca e non ti­fa per uno o per l'al­tro. Nel ri­spet­to di par­ti­ti e Isti­tu­zio­ni, pro­po­nia­mo, va­lu­tia­mo e giu­di­chia­mo le mi­su­re, avendo a cuo­re non solo l'in­te­res­se del­le im­pre­se ma la cre­sci­ta com­ples­si­va del Pae­se”. Così il Pre­si­den­te di Con­fin­du­stria, Car­lo Bo­no­mi, al­l’As­sem­blea di Con­fin­du­stria Va­re­se.



“Il pros­si­mo Go­ver­no deve ave­re ben chia­ro che bi­so­gna sal­va­re il si­ste­ma in­du­stria­le ita­lia­no dal­la cri­si ener­ge­ti­ca. Mi­glia­ia di azien­de sono a ri­schio, così come lo sono cen­ti­na­ia di mi­glia­ia di po­sti di la­vo­ro - ha pro­se­gui­to il Pre­si­den­te da­van­ti alla pla­tea de­gli in­du­stria­li di Va­re­se. Le im­pre­se non si fan­no sco­rag­gia­re, come di­mo­stra­no i dati del­l'ex­port, ma c'è un li­mi­te ai mi­ra­co­li che pos­sia­mo com­pie­re con que­sti prez­zi del­l'e­ner­gia” – ha sottolineato. Per Bo­no­mi, “l'in­du­stria è un fat­to­re di si­cu­rez­za na­zio­na­le: non pos­sia­mo per­met­ter­ci im­ma­gi­ni­fi­che flat tax sul­l'lr­pef che di­men­ti­chi­no Irap e Ires, né nuo­ve mi­su­re di pre­pen­sio­na­men­to. Non vo­glia­mo ne­ga­re ai par­ti­ti il loro le­git­ti­mo de­si­de­rio di per­se­gui­re quan­to pro­mes­so agli elet­to­ri, ma oggi ener­gia e fi­nan­za pub­bli­ca sono fron­ti di emer­gen­za che non tol­le­ra­no fol­lie e che quindi ri­chie­do­no di con­cen­tra­re gran­di ri­sor­se. Nel­la mon­ta­gna di mil­le mi­liar­di di spe­sa pub­bli­ca rial­lo­ca­re un 4-5% di spe­sa or­di­na­ria per que­ste emer­gen­ze è pos­si­bi­le, si può e si deve fare” – ha affermato. C'è bi­so­gno di se­rie­tà, uni­tà, re­spon­sa­bi­li­tà sulle que­stio­ni più ur­gen­ti. Spe­ria­mo che su que­sto il Go­ver­no pos­sa e vo­glia co­strui­re una ge­ne­ra­le con­ver­gen­za su stru­men­ti e obiet­ti­vi, an­che con le for­ze di op­po­si­zio­ne” e ora l’au­spi­cio è che si for­mi il nuovo Esecutivo nei tem­pi più ra­pi­di pos­si­bi­le, con mi­ni­stri au­to­re­vo­li, com­pe­ten­ti e inap­pun­ta­bi­li.

BONOMI IN SICILIA: OPPORTUNITA’ PER IL PAESE, PUO’ DIVENTARE L’HUB ENERGETICO PER IL SUD EUROPA
“La Si­ci­lia ha un tes­su­to im­pren­di­to­ria­le mol­to va­li­do che va mes­so in con­di­zio­ne di la­vo­ra­re bene. Con una col­lo­ca­zio­ne geo­gra­fi­ca stra­te­gi­ca e con le ca­rat­te­ri­sti­che del ter­ri­to­rio, que­st’i­so­la può di­ven­ta­re l’hub ener­ge­ti­co per il sud Eu­ro­pa e dare un im­pul­so de­ter­mi­nan­te al­l’e­co­no­mia me­ri­dio­na­le e del Pae­se in­te­ro. Tut­ta­via, è ne­ces­sa­rio met­te­re in cam­po una se­rie di in­ter­ven­ti a li­vel­lo eu­ro­peo e na­zio­na­le ma, per far­lo, ser­vo­no le in­fra­strut­tu­re. Im­pian­ti eo­li­ci, fo­to­vol­tai­ci ma an­che hub ener­ge­ti­ci per la ri­gas­si­fi­ca­zio­ne. La pos­si­bi­li­tà di rea­liz­za­re mol­ti in­ve­sti­men­ti quin­di è con­cre­ta e, in que­sto sen­so, la Si­ci­lia è dav­ve­ro una gran­de op­por­tu­ni­tà per il Pae­se”. Così il Pre­si­den­te Car­lo Bo­no­mi du­ran­te ­la sua vi­si­ta in Si­ci­lia per in­con­tra­re gli im­pren­di­to­ri e le Isti­tu­zio­ni lo­ca­li. “Dob­bia­mo scon­giu­ra­re il ri­schio di ri­ma­ne­re im­bri­glia­ti nei bloc­chi del­le op­po­si­zio­ni lo­ca­li alla co­stru­zio­ne di in­fra­strut­tu­re ener­ge­ti­che. Per que­sto è im­por­tan­te spie­ga­re alle co­mu­ni­tà l’im­por­tan­za di que­sti im­pian­ti. I si­ci­lia­ni han­no scel­to il loro Go­ver­no, ho ap­pe­na in­con­tra­to il neo elet­to Pre­si­den­te del­la Re­gio­ne e il Sin­da­co di Pa­ler­mo e in­con­tre­rò an­che i sin­da­ci di al­tre Am­mi­ni­stra­zio­ni lo­ca­li pro­prio per av­via­re una col­la­bo­ra­zio­ne vol­ta a po­ten­zia­re l’at­trat­ti­vi­tà de­gli in­ve­sti­men­ti su que­sto ter­ri­to­rio, che è fon­da­men­ta­le per lo svi­lup­po del­la Si­ci­lia”, ha af­fer­ma­to il Pre­si­den­te Bo­no­mi.

CYBERSICUREZZA, BRUGNOLI: ACCORDO CON MIUR PER COLLABORAZIONE ITS
"La col­la­bo­ra­zio­ne pub­bli­co-pri­va­ta è un as­set fon­da­men­ta­le per la dif­fu­sio­ne di quel­le com­pe­ten­ze di­gi­ta­li, in par­ti­co­la­re quel­le per la cy­ber­se­cu­ri­ty, che sono sem­pre più ri­chie­ste sia dal­la Pub­bli­ca Am­mi­ni­stra­zio­ne che dal­le im­pre­se, per un'I­ta­lia più si­cu­ra, più ef­fi­cien­te, più com­pe­ti­ti­va. Com­pe­ten­ze che gli ITS sono in pri­ma li­nea nel for­ma­re e con­so­li­da­re in una lo­gi­ca di si­ste­ma". Così il Vice Pre­si­den­te Gio­van­ni Bru­gno­li ha com­men­ta­to la fir­ma del­l'ac­cor­do con il Miur per fa­vo­ri­re lo svi­lup­po di un eco­si­ste­ma na­zio­na­le per la for­ma­zio­ne del­le nuo­ve com­pe­ten­ze di­gi­ta­li. "Con la fir­ma di que­sto ac­cor­do Con­fin­du­stria in­ten­de aiu­ta­re il no­stro si­ste­ma edu­ca­ti­vo, par­ten­do pro­prio dal mo­del­lo ITS, ad in­te­gra­re sem­pre più la for­ma­zio­ne di­gi­ta­le nel­la di­dat­ti­ca, coin­vol­gen­do le sue im­pre­se e le sue strut­tu­re na­zio­na­li e ter­ri­to­ria­li".




Questa news proviene da Confindustria L'Aquila
( https://www.confindustria.aq.it/news.php?extend.1431 )