News:
(Categoria: Novità)
Inviato da francescodb
venerdì 15 marzo 2019 - 10:17:16




La rilevanza di un’opera come la TAV va oltre il mero calcolo economico e include, tra gli altri, anche aspetti legati alla sostenibilità ambientale, alla competitività territoriale, agli effetti di agglomerazione sulle economie locali, all’impatto reputazionale.
Il decisore pubblico sta attualmente utilizzando l’Analisi Costi- Benefici (ACB) come strumento principale per valutare l'opportunità di proseguire con questo progetto infrastrutturale. Tuttavia, l'ACB ha dei limiti nella sua implementazione e nella capacità di prendere in considerazione tutti gli effetti sopra menzionati. Tale approccio, dunque, è necessario ma non sufficiente. E infatti in altri paesi è spesso affiancato da ulteriori strumenti di valutazione. Un ampliamento di analisi che servirebbe anche nel caso della TAV.

Come si deve valutare un’opera infrastrutturale per supportare le decisioni di investimento?
Basta l’analisi costi-benefici o, come nel caso di opere con effetti estesi, servono ulteriori elementi?
Quali altre analisi sarebbe, dunque, opportuno condurre per decidere sulla tratta Torino-Lione dell’alta velocità (TAV)?
Come si fa in altri paesi europei?

A queste domande risponde la Nota allegata del Centro Studi Confindustria.





Questa news proviene da Confindustria L'Aquila
( https://www.confindustria.aq.it/news.php?extend.530 )