News: CORONAVIRUS - NUOVO MODELLO DI AUTODICHIARAZIONE PER GLI SPOSTAMENTI DELLE PERSONE FISICHE
(Categoria: Novità)
Inviato da francescodb
mercoledì 25 marzo 2020 - 11:19:02



A seguito delle nuove disposizioni introdotte dal DPCM 22 marzo 2020, il Ministero degli Interni ha predisposto il nuovo modello di autodichiarazione (ALLEGATO) per gli spostamenti delle persone fisiche.


Nella circolare diffusa ieri dal Capo della Polizia Franco Gabrielli si precisa che rientra tra gli spostamenti per “comprovate esigenze lavorative” il “tragitto (anche pendolare) effettuato dal lavoratore dal proprio luogo di residenza, dimora e abitazione al luogo di lavoro”.

Rientrano nelle “esigenze di assoluta urgenza anche i casi, che si stanno ripetendo con una certa frequenza in questi giorni, in cui l’interessato si rechi presso grandi infrastrutture del sistema di trasporti (aeroporti, porti e stazioni ferroviarie) per trasferire propri congiunti alla propria abitazione”.

Nel nuovo modulo, il dichiarante deve indicare oltre alla residenza anche il domicilio. Nella prima parte, tra i provvedimenti di cui deve dichiarare di essere a conoscenza, ci sono anche il Dpcm del 22 marzo e l’ordinanza del ministero della salute del 20 marzo “concernenti le limitazioni alle possibilità di spostamento delle persone” nel territorio nazionale.

Occorre inoltre indicare da dove lo spostamento è cominciato e la destinazione.

Per quanto riguarda i motivi, restano le “comprovate esigenze lavorative”, i “motivi di salute” e la “situazione di necessità”, mentre la voce “assoluta urgenza” sostituisce quella del “rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”, in quanto viene recepito il dpcm del 22 marzo che vieta i trasferimenti da un Comune all’altro.

Infine rimane la “situazione di necessità” per spostamenti all’interno dello stesso comune, come già previsto dai Dpcm dell’8 e del 9 marzo.
Il nuovo modello prevede anche che l’operatore di polizia controfirmi l’autodichiarazione, attestando che essa viene resa in sua presenza e previa identificazione del dichiarante. In tal modo il cittadino viene esonerato dall’onere di allegare all’autodichiarazione una fotocopia del proprio documento.





Questa news proviene da Confindustria L'Aquila
( https://www.confindustria.aq.it/news.php?extend.662 )